curriculum bb ccIl Corso di Laurea Triennale in Beni Culturali (coorte 2015-2018) è il risultato di un lavoro di rielaborazione didattico-disciplinare di ben quattro ex Corsi di Laurea tra cui anche lo stesso di Beni Culturali che negli anni precedenti, come gli altri tre (Beni Archeologici, Beni Musicali e Tecnologie per la conservazione e il Restauro), costituiva un Corso singolo con il proprio POF (Piano dell’Offerta Formativa).

Il nuovo Corso si articola, quindi, in quattro indirizzi (curricula/percorsi), i cui piani di studio, elaborati per settori scientifico – disciplinari, consentono allo studente interessato al settore dei Beni Culturali di seguire le proprie inclinazioni e/o specifiche passioni. I quattro percorsi hanno in comune alcune materie che possono essere affrontate per prime dallo studente che, ancora incerto sulla ‘’strada’’ da prendere, potrà cambiare indirizzo durante il percorso di studi o comunque informarsi meglio sullo stesso.

Le materie in comune dei quattro indirizzi consentiranno di acquisire la conoscenza dell’utilizzo di siti di catalogazione, di almeno una lingua Europea (inglese) e dell’ordinamento e della legislazione dei viaggi anche in Europa, oltre all’occasione imperdibile della Borsa di studio Erasmus (Plus, Placement, etc).

 La più grande novità del Corso di Laurea Triennale in Beni Culturali è la possibilità del Laureato di accedere al tirocinio formativo attivo (TFA) della classe di insegnamento A0-61 in Storia dell’arte negli istituti di istruzione secondaria. 

INDIRIZZO STORICO – ARTISTICO

L’indirizzo storico-artistico comprende il piano di studio, ancor più arricchito, dell’ex Corso di Laurea Triennale in Beni Culturali. Questo consente di acquisire le conoscenze necessarie per intraprendere la carriera di operatore turistico, archivista o bibliotecario o qualsivoglia professione che sia attinente alla storia e alla storia dell’arte.

 Il POF, in tal senso, è molto completo:  le materie che lo studente frequenta sono appassionanti e soprattutto poliedriche, ha materie dalla storia e civiltà medievale, all’iconografia musicale, alla storia dell’architettura, all’antropologia, alla museologia e la maggior parte di esse viene integrata con frequenti seminari e lezioni di approfondimento organizzati con dedizione dai professori.
Importante dire che l’Università del Salento forma e sensibilizza i suoi studenti di storia dell’arte sulle bellezze artistiche e architettoniche salentine, italiane e internazionali per far sì che tali ricchezze vengano conosciute e apprezzate. I professori di questo indirizzo nello specifico, sono convinti che vedere con i propri occhi le opere d’arte sia il miglior modo per apprendere ed è a tale scopo che ogni anno vengono organizzati e non solo.

INDIRIZZO ARCHEOLOGICO

archeologico

L’indirizzo Archeologico assembla benissimo la teoria e la pratica storica applicata al Bene Archeologico. Il piano di studi comprende materie che vanno cronologicamente dalla Preistoria al Medioevo, con una particolare attenzione all’epoca classica in tutte le sue sfaccettature. Lo studio di queste materie consente di acquisire metodo di studio storico e critico da applicarsi e coniugarsi a quello archeologico, anche in maniera pratica. Infatti il PFO prevede attività pratiche obbligatorie come Scavo archeologico sul campo, rielaborazione dati dei reperti con GIS e AUTOCAD, con particolare attenzione all’acquisizione del senso critico e della capacità di riconoscere il valore (culturale) di un reperto quando ce lo si trova davanti. Quest’anno vi è stata anche l’aggiunta di nuove materie per ampliare le prospettive d’interesse, ma anche lavorative dello studente. Il curriculum consente di idonee conoscenze anche nel settore tecnico scientifico e giuridico.

INDIRIZZO MUSICALE

musicaleL’indirizzo musicale apre lo studente alla conoscenza dell’arte della musica in tutte le sue sfumature, accogliendo nel piano di studi materie come Iconografia musicale, Drammaturgia musicale, Elementi di Musica elettroacustica, Storia delle teorie musicali. Il corso fornisce inoltre conoscenze di base sulla storia europea e della storia delle istituzioni nei settori dei beni culturali relativi a biblioteche, musei e  teatri, buona conoscenza della storia delle arti italiane e europee oltre a  dare competenze specifiche su beni musicali presenti su territorio regionale. Aspetto importante è anche la capacità di  progettazione per la valorizzazione del patrimonio musicale. Per una buona applicazione delle conoscenze acquisite a lezione, l’Università organizza a vantaggio degli studenti, Stage e tirocini in enti pubblici e privati.

INDIRIZZO TECNOLOGICO

tecnologico

L’indirizzo tecnologico costituisce il meritato recupero del vecchio Corso di Laurea in Tecnologie per la Conservazione e il Restauro. Quello attuale, come il precedente, si ripropone di dare allo studente gli strumenti per diventare un Diagnosta, e quindi per il recupero fisico del Bene artistico e culturale, attraverso tecniche specifiche che dalla teoria della lezione e dello studio, passano alla pratica del laboratorio e all’applicazione delle conoscenze acquisite. Materie cardine di questo indirizzo sono Fisica applicata ai Beni Culturali e Fotogrammetria, a parte molte altre a sfondo teorico, che stimolano lo studente a cimentarsi con l’utilizzo delle attrezzature. L’indirizzo consente quindi lo studio dei Beni Culturali attraverso l’applicazione di metodologie innovative insieme a materie bioarcheologiche, aereotopografiche con l’ausilio di discipline chimico-fisiche applicate ai Beni Culturali. Le attività e le lezioni sono organizzate da professori ed esperti tecnici che coinvolgeranno alla partecipazione attiva.

 

E DOPO? (SBOCCHI LAVORATIVI)

lavoro

I Laureati al Corso di Laurea Triennale in Beni Culturali, in tutti e quattro indirizzi, hanno la possibilità di imboccare diverse strade, quali:

  • Operatori nel campo dei Beni Culturali.
  • Funzionari di medio livello presso Il MIBACT (Ministero per i beni e le attività culturali) in contesti quali archivi biblioteche teatri e musei di enti locali. 
  • Insegnamento nelle scuole pubbliche e private aziende ed organizzazioni private attive nella classe di insegnamento a0-61 in Storia dell’arte negli istituti di istruzione secondaria.
  • Guide turistiche.
  • Tecnici e collaboratori tecnici dei musei.  
  • Tecnici e collaboratori tecnici del restauro.
Submit a Comment